22
Ott

MARY GARRET

*

Ottobre 2016 - Durante una ricerca per scrivere un pezzo sono incappata in una storia torbida, quella della giovane ballerina calabrese FRANCESCA GARRITANO, che purtroppo non conoscevo.

Con lo preudonimo di Mary Garret la giovane etoile del Teatro alla Scala di Milano, ha pagato a caro prezzo l'aver raccontato che 1 su 5 ballerine diventano anoressiche.

Un caffè ristretto con due fette biscottate per colazione. A pranzo uno yogurt magro. Per cena una mela o una banana.
Questo il regime alimentare 'imposto' a chi vuole lavorare nella danza.

 

Il licenziamento improvviso è stata la risposta dell'accademia milanese, ritenuto - dopo 2 anni di battaglie - ingiustificato da una recente sentenza della Cassazione.

Il Teatro alla Scala, e il mondo della danza classica in generale, ci tiene evidentemente a tenere nascosto lo sporco sotto il tappeto di un ambiente che luccica solo all'apparenza.

 

Mary Garret Official

Leggi anche "L'ipocrisia di chiamarsi Vogue"