11
Ago

COME FARE PER PROMUOVERE I PROPRI DISCHI.

mi0001414871

 

Molti artisti alle prime armi si chiedono come fare per promuovere i propri dischi presso le testate giornalistiche,ma è altrettanto importante sapere cosa non  fare quando contattano i siti di settore.  Ho trovato recentemente un articolo interessante nel blog del famoso promoter-blogger americano JAMES MOORE, che ha raggruppato alcuni degli errori più comuni. Ho tradotto e riassunto per voi dal sito ufficiale di James Moore alcuni passi significativi. I siti dei giornalisti e i blog musicali rappresentano attualmente la vetrina più importante per gli artisti che aspirano ad occupare un posto nel variegato mondo della musica.  La band o il cantante che contatta il blogger per far conoscere la propria musica spesso fa degli errori a volte involontari ma che rischiamo di non fornire alcun risultato.

  1. Evitate di utilizzare i siti Musicsubmit e Beatwire, in quanto non fanno altro che inviare la vostra musica direttamente nella cartella spam dei giornalisti. Tempo e soldi persi.
  2. Meglio inviare una mail personalizzata, dove spiegate in modo chiaro chi siete, cosa fate, cosa avete fatto sino ad ora; eviterete così che il giornalista debba perdere tempo cercando notizie su di voi e tracce della vostra musica.
  3. La maggior parte dei giornalisti musicali free-lance e dei blogger non viene pagata, quindi tenete presente che state contattando una persona realmente appassionata di musica, il cui unico compenso è un'autentica passione. Cercate quindi di ricambiare eventuali recensioni e articoli postando il link del blog sui vostri social, garantendo quantomeno un ritorno di immagine.
  4. Gli artisti emergenti spesso pretendono di ottenere una immediata visibilità. Restate con i piedi per terra. Non cominciate inviando il vostro lavoro alle testate più conosciute, che ricevono quotidianamente un mucchio di materiale da visionare. Fate un elenco dei blog e dei siti meno conosciuti, ognuno ha una propria mailing list di lettori, inoltre avrete maggiori possibilità di venire ascoltati.
  5. Partite da ciò che siete prima di pensare a ciò che vorreste essere. L'umiltà in questo lavoro è una dote imprescindibile. Ricordate che siete voi che avete bisogno di audience e non viceversa. Il grosso giornale sovvenzionato dalla pubblicità non ha espressamente bisogno di voi, a meno che non siate dei fenomeni. Ecco che il blog di musica indipendente può invece diventare un prezioso alleato.
  6. Aspettate a spedire musica se non siete ancora pronti. Meglio attendere se le vostre canzoni sono ancora a livello di demo o se la vostra band è ancora acerba, una sacrosanta gavetta vi porterà più lontano di una frettolosa carriera.

Ecco il sito di James Moore.   08.08.14 Aggiornamento. Ringrazio quanti, a seguito di questo post e dandomi più importanza di quanto io non abbia, mi hanno contattato inviandomi demo, curriculum ecc. L'unico consiglio che mi sento di dare è quello di riferirvi agli esperti del vostro settore musicale. Oggi la critica musicale, data la vastità di musica che propone il mercato, si è divisa in modo settoriale, in modo da fornire ad ognuno le giuste competenze. Se siete una band di musica reggae, tanto per semplificare, NON rivolgetevi ad una testata che tratta di musica classica, sarebbe solo una perdita di tempo per entrambi! Quindi, stabilito il vostro range, fate un elenco delle testate, cartacee e on line, che trattano il vostro genere, e fate riferimento a loro. In bocca al lupo!

 

LEGGI ANCHE COME ORDINARE RIVISTE STRANIERE