8
Apr

THOMAS FULLER: STORIA DELLO SCHIAVO GENIO IN MATEMATICA.

okl

*

Thomas Fuller venne deportato dall'Africa in America nel 1724. Aveva un dono straordinario per i calcoli, tanto da essere soprannominato "la calcolatrice della Virginia". Verso la fine della sua vita venne citato come esempio lampante che i neri non erano mentalmente inferiori ai bianchi.
Fuller venne strappato alla sua Africa quando aveva solo 14 anni e venduto ad un coltivatore.

 

Al compimento di 70 anni William Hartshorne e Samuel Coates, dopo aver sentito parlare delle sue doti eccezionali in aritmetica, vollero conoscerlo.

Gli posero un paio di domande tutt'altro che semplici:
1) Quanti secondi ci sono in un anno e mezzo? Lui rispose in due minuti: 47 304 000.
2) Quanti secondi ha vissuto un uomo di 70 anni, 17 giorni e 12 ore? La risposta fu, in un minuto e mezzo: 2 210 500 800.
Alla seconda risposta Hartshome disse che il calcolo era sbagliato.
Ma l'anziano Fuller rispose: " No maestro, avete dimenticato l'anno bisestile ".
I gentiluomini, interdetti dall'intelligenza dell'anziano africano, esclamarono: "Peccato che tu non abbia ricevuto un'educazione scolastica al pari del tuo genio!".
Ed egli rispose: "No, maestro. Meglio non essere mai andato a scuola: conosco troppe persone istruite che sono dei perfetti idioti!".

*

 

 

Articoli simili:

La storia di Araminta Ross